Judy Blackmore | Digital Strategist |  Marketing & Communication

Tutta questione di Testa. E cuore.

Niente tecnica per una volta.

(Consigliato l’ascolto durante la lettura dell’articolo)

Sabato 12  e Domenica 13 Dicembre si è tenuto l’appuntamento che ogni anno i creativi Italiani attendono. Il CreativeProShow IX – Core Edition, non starò qui a spiegarvi di cosa si tratta, e basterà semplicemente leggere la lista dei relatori (Darek Zabrocki, Anna Mierzejewska, Magic Media Group, Italian Job Studio…) per comprendere che era un’occasione d’oro da non perdere. In genere faccio un riassunto generale di tutte le cose apprese, analizzando uno a uno i relatori, ed elencando i motivi per cui amarli. Oggi ho deciso invece, di concentrarmi più sull’aspetto umano dell’evento, lasciando quello professionale in un angolino.
CreativeProShow IX Core Edition - Reaction Gif: SADIl rientro a casa dopo il CreativeProShow è un po’ un mix di emozioni contrastanti e incredibilmente confuse. Piangi dalla depressione, sei esaltato per le mille idee che ti frullano in testa, ridi ricordando frasi e battute… Altro che costacrociere. Qui si tratta veramente di un micro-cosmo che si crea ogni anno, e che dura solo 48 ore.
Samuel & Fabrizio, i ragazzi dello Stopdown Studio hanno iniziato il loro intervento nel modo migliore possibile: focalizzando l’attenzione su un aspetto che viene ignorato LA TECNICA NON E’ TUTTO. Voi non potete capire, quando hanno esordito con questo discorso, mi sarei voluta alzare e andare ad abbracciarli, e poi offrirgli da bereCreativeProShow IX Core Edition - Reaction Gif: Let Me Love You (Okay un paio di giri, non so se potrei per l’intera sera). Dovrei farci delle magliette e consegnarle all’ingresso, a ogni persona che entra. Sarà che la tecnica la acquisisci ovunque, libri, articoli, video, tutorial, workshop pratici… Sarà che io ho sempre desiderato conoscere più quello che hanno dentro la testa che sapere il giusto ordine di click di un mouse. Sapere dei sacrifici che hanno fatto, proprio come Muller quando ci disse che per arrivare dov’era, non era solo questione di bravura, fortuna, ma anche rinunce e sacrifici e decisioni difficili. Ore passante davanti a un computer  invece che uscire… Preferirei uscire a cena fuori con i miei artisti preferiti che avere 6 ore no-stop di tecniche. Anche perchè per me la tecnica la si affina con il tempo, adattandola allo stile personale e alle esigenze del momento. Ma il modo di pensare, la loro storia, e il carattere si scoprono solo parlandoci. Ma avevo promesso di non parlare degli interventi, anche se per me il fattore testa, è una cosa importantissima 😛
Oggi vi voglio parlare del cuore. Del fantastico staff, che come ogni anno – evento – è sempre disponibile, pronto a fare anche l’impossibile affinché tutto risulti ‘quasi’ perfetto. Persone che ti accolgono con il sorriso, che si interessano realmente di quello che si pensa, aperte sempre a ricevere critiche e pareri, pronti a passare 5 minuti con te, anche quando hanno miliardi di cose da fare. Della disponibilità infinita dei relatori: pronti a rispondere a domande assurde, e a fare quattro chiacchiere fuori dalla sala.
Gruppo Fuori il CPSIn questa foto non solo vedete i ragazzi dello Stopdown Studio (e la loro crew -termine che fa molto figo-) ma c’è pure Leonardo Dentico, Anna, Dereck… Tutti relatori presenti e passati del CPS, a chiacchierare sul divano come se si fosse tutti amici da una vita, nessun tipo di barriera, o problema. Le risate. Quelle non mancano mai, impossibile rimanere seri per più di 45 secondi se si è in presenza di queste persone, ve lo assicuro.
Quest’anno all’evento, c’era una piccola novità, grazie a Martin che me lo ha permesso, ho presentato un progetto a cui sto lavorando da due anni, e che ha preso forma di un WorkBook (ovvero un libro dove teoria e pratica si uniscono) che tratta di ‘Presenza Digitale’, ovvero come gestire il proprio sito, come sfruttare al meglio le proprie potenzialità, ma sopratutto… Come leggere i dati – essenziali – di Google Analytics, Search Consol e Clicky. Ho trasformato una delle mie passioni più grandi – il web design – unendola con tutte quelle satellite – promozione, social network, grafica – in un libricino che spero essere d’aiuto. Ma questo è un discorso per un altro articolo, mi serviva solo per dare un contesto, all’incredibile quantità di persone che ho incontrato e mi ha lasciata di stucco. Patrizia (Founder della community I Pirati Grafici, un gruppo di persone cosi affiatato non l’avevo mai incontrato. Ne sono rimasta affascinata! ) è stata cosi gentile da condividere con me un pezzetto del Desk che era stato a loro assegnato in quanto Partner del CreativeProShow. Non ha battuto ciglio e si offerta subito di ospitarmi tra loro, il che ha aiutato anche a diminuire l’ansia della cosa. Patrizia dei Pirati GraficiIl sabato mattina ho visto arrivare tutto il resto della crew (oh mi piace il termine okay? Il suono fonetico è fantastico) tanti nomi conosciuti anche solo di vista, altri nuovi, sorrisi e abbracci. Un gruppo di persone incredibilmente affiatate e fantastiche. Inoltre un enorme grazie, ma proprio gigantesco va ad Alessio e Simone che non solo sono stati così gentili da sopportarmi mentre ero con loro al tavolo, ma hanno aiutato a prendere le firme per l’iscrizione quando non ero presente. Di loro spontanea volontà, non mi conoscevano da nemmeno due ore e hanno fatto tantissimo. Vi giuro, che non ho parole per spiegare quanto io gli sia grata, sono quei gesti che mi lasciano di stucco.
Ogni anni c’è l’occasione di conoscere persone nuove, con le tue stesse passioni, con la voglia di spaccare il mondo e aiutare gli altri nel mentre, senza il bisogno che l’invidia, la gelosia o la paura si mettano in mezzo. Io amo il CreativeProShow anche per questo: per le persone che puntualmente ogni anno puoi incontrare. Alcune delle quali nemmeno conosci il nome ma ci parli lo stesso, perchè alla fine siete li, ogni anno insieme. Ho incontrato – parlato finalmente di persona – gente che avevo su Facebook, ma con cui non avevo mai avuto nel il coraggio o l’occasione di scambiare quattro chiacchiere. Ho tampinato quei poveri santi degli Stopdown&Co (grazie per non aver ancora fatto richiesta di un ordine restrittivo, giuro che sono innocua), che chissà che avranno pensato a ritrovarmi sempre in mezzo tra i piedi durante i due giorni, ma che ci posso fare se li adoro e mi fanno morire dal ridere? Ho rotto le scatole a Fabio Timpanaro che come sempre si dimostra essere un angelo. Ho cercato di seguire i consigli che mi trovo a dare a chiunque approcci il week-end per la prima volta: lasciare la timidezza a casa e godersi i relatori, le altre persone, e tutto il resto.

Mi risulta veramente difficile spiegare le sensazioni che ti lasciano due giorni del genere, io attendo il CPS tanto quanto aspetto il mio compleanno e natale. Ho due soli rimpianti: l’aver mancato la cena di sabato sera, e non aver fatto le foto con tutti-tutti. Ma ci sarà sempre l’anno prossimo no?

Intanto voglio dire un enorme GRAZIE a chiunque abbia contribuito a rendere questi due giorni magnifici. A tutti quelli che si sono interessati al libro, a chi mi ha aiutato, a quelli che mi hanno aggiunta su FB e sopportata tra sabato e domenica. Semplicemente grazie. Di certo il 2015 non potrebbe chiudere più in bellezza no?

Grazie, e ancora grazie.

Aspetto negativo dell’esperienza? Ce ne è uno, ci deve essere sempre quel piccolo neo che stona rispetto all’evento complessivo. Quando è stato chiesto in sala quante persone avessero visto Avengers – Age Of Ultron, solo una manciata di persone hanno alzato le mani. Un colpo al cuore. Come è possibile? Perché? Queste cose fanno male dentro, nell’anima proprio.

[vc_separator color=”juicy_pink” style=”dotted” border_width=”2″ el_width=”80″]

Ps: scusate, ma la mia persona preferita di tutto l’evento è Jakub.
Pensava che avessi all’incirca 24 anni.
Ha vinto.
Punto.
Gli voglio bene.

[vc_gallery type=”nivo” interval=”5″ images=”4529,4525″ img_size=”600×338″ onclick=””]

E questo Signori & Signore, è stato il CreativeProShow IX Core Edition.

[vc_gallery interval=”0″ images=”4561,4560,4546,4535,4536,4533,4534,4537,4541,4542,4543″ img_size=”full” onclick=””]

2 Comments

  • Emanuele Colombo

    Speravo di leggere un commento sul mio intervento!
    Sono curiosissimo di sapere come è stato percepito da fuori 🙂

    Emanuele

  • Alessio

    Bello leggerti! Bella averti avuta accanto!
    Solo per tua richiesta ho fatto il bravo!
    Ma io credevo di averla una foto con te!
    E ho visto Avengers Age Of Ultron.
    😉

Post A Comment

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.