I 5 elementi fondamentali per la tua comunicazione

I cinque elementi della Comunicazione | Judy Blackmore | Consulente di Marketing

Strumenti e consigli per una comunicazione perfetta

In questo articolo voglio parlarti dei 5 elementi fondamentali per la tua comunicazione, ma prima di addentrarmi in questo argomento, vorrei fare un preambolo importante che riguarda il brand e gli strumenti per una comunicazione di successo. Perché per comunicare bene bisogna avere qualcosa di concreto da raccontare e gli strumenti giusti per farlo.
Progettare e comunicare un brand non è affatto una cosa da poco, diversamente da quanto si possa pensare, perché richiede tempo, strategia e impegno, oltre a visione e progettazione.

Il primo passo fondamentale è la definizione della tua identità in ogni sua declinazione, ovvero la tua Brand Identity, quella che le persone riconosceranno a prima vista, quella che ti distinguerà da tutti gli altri che offrono un servizio come il tuo o complementare al tuo.
La Brand Identity è un connubio di valori e immagine, di comunicazione e strategia, di sentiment e carattere, di tono di voce e narrazione.
Gli elementi che più aiutano a veicolarla sono il logo, il sito web e i social, all’interno del quale si sviluppa tutto il tuo mondo che, ripeto, deve essere coerente e ben costruito.

➡️ Il logo deve rappresentare appieno i valori della tua attività mentre la palette colori che hai scelto deve evocare le emozioni che vuoi far vivere al tuo target ogni volta che si relaziona con te. Può essere descrittivo della tua attività – es. un raviolo per una pasta fresca -, ma anche slegato da essa se riesce a trasmettere ciò che desideri.
Guarda il mio logo: di certo non vendo gatti 🤣, ma parla di me più di quanto possa fare qualsiasi altro logo.

➡️ Lo stesso vale per il sito web, che funge da vetrina: è importante che sia curato, che ogni aspetto sia al posto giusto, che venga raccontato nel migliore dei modi. Se ti fermassi davanti a un negozio la cui vetrina è confusa e magari esteticamente poco piacevole, entreresti a comprare? Io dico di no!

➡️ E infine, i social. In molti ne sottovalutano l’utilità ma soprattutto le potenzialità: i social network non sono nati per vendere (e di questo te ne ho parlato ampiamente qui), ma per connettere le persone. Sono il luogo d’incontro virtuale fra la tua attività e il tuo pubblico e il loro scopo è creare una relazione, a prescindere dalla vicinanza fisica.

Praticamente sono come il chioschetto di fiducia dove le persone unite da interessi comuni si danno appuntamento per farsi una risata, per passare tempo di qualità, per conoscersi di più.
Solo che è online, a portata di mano e disponibile h24.
E anche molto più visibile, nel bene e nel male.
Una volta che tutti questi aspetti sono allineati, come affrontare il passo successivo, ovvero la comunicazione vera e propria? Bella domanda. Ma ho anche una bella risposta.

Il piano e il calendario editoriale: gli strumenti perfetti per una comunicazione di successo

Mi è capitato molto spesso che i miei clienti mi chiamassero spaesati perché sprovvisti della minima idea del contenuto da comunicare sui social. È una cosa molto comune e il motivo è uno solo: se alla base di ogni comunicazione non esiste alcuna strategia, allora vanno bene tutti gli argomenti come non ne va bene nessuno. Molto spesso, per ovviare a questo impasse, le aziende iniziano a trattare argomenti triti e ritriti e a volte anche poco adatti alla loro Brand Identity, generando veri e propri disastri.
Ecco perché serve definire un piano e un calendario editoriale: si tratta di strumenti fondamentali per comunicare al meglio con il tuo target, perché ti permettono di organizzare i contenuti ideali per i tuoi utenti e, allo stesso tempo, di ordinare e pianificare la pubblicazione in modo strategico.
Spesso c’è chi confonde o sovrappone i due piani cadendo in errore: sono strettamente correlati ma diversi nella loro funzione principale.
Vediamoli meglio.

Il piano editoriale

Il piano editoriale è una mappa concettuale relativa ai contenuti più idonei da pubblicare: la tua comunicazione online, infatti, dovrà essere ordinata oltre che efficace! Questo ti farà risparmiare tempo e darà una coerenza a tutto quello che vuoi veicolare.
Cosa devi tenere in considerazione per crearlo? I tuoi obiettivi, il tuo target di riferimento, le tematiche che ti piacerebbe affrontare, la tipologia del post, i tempi di pubblicazione, la fase della Customer Journey in cui si trova il tuo consumatore, l’archetipo del tuo brand, il tono di voce da utilizzare e i canali che intendi sfruttare per comunicare (e per canali intendo social, blog, newsletter… and so on).
Otterrai così una sorta di tabella con tutto il necessario per pianificare e stilare il calendario editoriale, che è il passaggio successivo. Sembra difficile, ma lo è solo se lo fai senza cognizione e senza avere una strategia ben definita.

Il calendario editoriale

Se sei amante dell’organizzazione – e me lo auguro, se vuoi davvero ottenere risultati concreti! -, questo sarà il tuo step preferito. Si tratta di un vero e proprio calendario che ti aiuta a stabilire in anticipo quando pubblicare un determinato contenuto e a tenerne monitorata la programmazione, giorno per giorno. Al suo interno dovrai inserire la data, il social network sul quale comunicare, l’argomento (stabilito in sede di piano editoriale), i contenuti multimediali vari ed eventuali, il testo e le ricorrenze.
Generalmente se ne fanno diversi, uno per i social, uno per il blog e uno per le newsletter, ma alcune persone preferiscono mettere tutto in un unico documento: decidi tu la forma, è la sostanza a fare la differenza!

La comunicazione perfetta: i 5 elementi che non devono mancare

La fai facile!” penserai. È vero, ti ho spiegato quali strumenti possono esserti utili ma, se non sai come costruire la tua comunicazione, siamo al punto di partenza.
Riprendiamo velocemente l’esempio che ti ho fatto qualche riga fa, quanto ti ho parlato del chioschetto, luogo d’incontro con gli amici, come metafora dei social network.

💖 Cosa accadrebbe se finissero gli argomenti di conversazione?
💖 Se non li trovassi più così interessanti?
💖 O se rimandassi l’appuntamento, senza farti vivo per settimane?

Ti rispondo io: il rapporto si incrinerebbe, fino a rompersi del tutto!
Lo stesso può accadere fra te e il tuo target di riferimento se la tua comunicazione non è studiata, completa, piacevole, interessante e costante. Proprio per questo, voglio spiegarti quali sono i 5 elementi che devono costruire la tua comunicazione perché sia sempre positiva e performante.

PASSIONE (Ispirare)

Questo è il primo ingrediente fondamentale: i tuoi contenuti devono essere in grado di ispirare gli utenti che ci si imbattono, casualmente o volutamente, durante la loro navigazione sui social. Condividi ciò che ami e che ti emoziona in prima persona, e sono certa che le sensazioni arriveranno dritte al cuore del tuo target, forti e chiare.
Ispirare il proprio pubblico non significa pubblicare qualche citazione motivazionale qua e là, ma soprattutto raccontare storie e sogni nei quali il cliente può immedesimarsi e che sono in grado di farlo entrare nel mondo straordinario del tuo brand.

EDUCARE (Informare)

Il secondo elemento che non può mancare è l’informazione: non dimenticare che sei tu l’esperto del tuo settore e, agli occhi del consumatore, sei sempre tu a dover incarnare un punto di riferimento competente!
Posizionati come lo specialista del tuo campo – in maniera funzionale, mi raccomando, altrimenti appariresti semplicemente come saputello! – e cerca di far percepire al cliente il valore del tuo prodotto. Puoi offrire soluzioni o consigli utili sulla lavorazione o la composizione di un prodotto, sui suoi benefici e sugli utilizzi alternativi o, se sei un professionista, su come hai raggiunto certi risultati e il tuo metodo di lavoro. Insomma, educali e regala loro una parte della tua conoscenza. Gratis.
Hai presente l’Estetista Cinica? Offre informazioni su beauty routine, cellulite e rughe a prescindere dai suoi prodotti – che ovviamente cita – e diffonde cultura sul suo settore di appartenenza, generando nel pubblico il desiderio di seguirla e instaurando un rapporto di estrema fiducia. 
Questa è una mossa tutt’altro che scontata, perché aumenta la credibilità e l’autorevolezza del tuo Brand e stimola la curiosità di chi legge!

COINVOLGIMENTO (Intrattenere)

Arte dell’intrattenimento… vieni a me!
Non puoi pensare di comunicare senza aggiungere un pizzico di divertimento: immagina di dover parlare per ore con una persona che racconta unicamente della bontà della sua marmellata di more. Wow, stupendo! ma ad un certo punto finiresti per annoiarti e per fare “sì” con la testa senza più ascoltare una parola, mantenendo quello sguardo fisso nel vuoto tipico di chi non ha idea di come uscire da situazione di disagio.
Tutto ciò per dire che il terzo elemento di cui la tua comunicazione ha assolutamente bisogno è l’intrattenimento, ovvero una serie di contenuti divertenti o community all’interno delle quali scambiarsi opinioni – utilissime anche per approfondire la conoscenza del tuo target – o semplicemente distrarsi. Perché diciamocelo: chi naviga sui social non ha alcuna intenzione di impegnare la mente per più di 15 secondi.
Ecco allora che il coinvolgimento del pubblico sarà un ottimo mezzo per instaurare un rapporto sempre più intimo, complice e soprattutto di fiducia.

QUOTIDIANITÀ (Conoscere)

Lo sai qual è uno dei contenuti che più funziona e che più viene apprezzato? Quello inedito.
Quando l’azienda si mette a nudo, si spoglia di infrastrutture e mostra il behind the scenes, il target è ufficialmente colpito e affondato. Le scene di ordinaria realtà permettono infatti al cliente di conoscere i dettagli della vita aziendale e creano connessione ed empatia perché suonano autentiche.
Mostra la creazione di un prodotto, il processo che sta alle spalle di una vendita o quel meeting che organizzi una volta al mese per studiare le nuove strategie aziendali. Fai vedere come crei i ravioli nella tua pasta fresca o come il risultato finale sia frutto anche di errori e prove.
Tutto questo migliorerà costantemente la fiducia del pubblico nei confronti del tuo brand. E non venirmi a dire che non hai  gli strumenti per farlo perché non ti credo: prendi il tuo smartphone e scatta qualche foto dei dietro le quinte, poi corri a creare post di valore!

PROMOZIONE (Promuovere)

Non dimentichiamoci della promozione di prodotti e servizi: seppur in minor percentuale, è importante inserirla all’interno delle tue comunicazioni, per far conoscere le novità del momento o presentare, di tanto in tanto, quello che puoi offrire al cliente.
Saranno i contenuti meno “interessanti” per la tua audience, perché l’unico scopo è quello di promuovere i prodotti e spingere il consumatore all’acquisto, ma servono a migliorare la tua visibilità e attirare nuovi potenziali clienti.
Dunque, all’interno delle comunicazioni, segui il rapporto 80-20: dedica l’80% alle prime quattro voci, quelle più leggere, meno impegnative e di gran lunga più coinvolgenti, e concedi il 20% restante alle mere promozioni. Dopotutto, ricorda: più il tuo pubblico è interessato, più sarà propenso ad acquistare o a rivolgersi al tuo brand.
Cito nuovamente l’esempio del chioschetto (per l’ultima volta, promesso): se comunicherai con i tuoi amici utilizzando tutti e cinque gli elementi nelle giuste proporzioni e con una frequenza tale da non farli sentire abbandonati, sono abbastanza certa che la vostra sarà un’amicizia che durerà per sempre. Scommettiamo?

Ti piace il mio approccio e vuoi iniziare un percorso insieme a me?
Contattami senza impegno e raccontami la tua storia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


For security, use of CloudFlare's Turnstile service is required which is subject to the CloudFlare Privacy Policy and Terms of Use.

Advertisng Start

Data Inizio: Gennaio 2024
Progresso: 30%

Social Media Framework

Data Inizio: Aprile 2024

Sei confuso?
Hai molteplici bisogni e non sai quale servizio può fare al caso tuo?

Non ti preoccupare!
Basta cliccare il bottone qui sotto,
e potrai, in base ai tuoi impegni prenotare una call conoscitiva di 30 minuti con me!
Senza impegno, insieme riusciremo a capire cosa farà più al caso tuo.

Le Mie Citazioni